JESI CALCIO A 5

coppa marche: Cerreto d’esi C5 – Jesi c5 4-1

Sonora sconfitta quella maturata ieri sera al palazzetto dello sport di Cerreto d’Esi dallo Jesi C5, che ha comportato l’eliminazione dalla corsa ad un importante trofeo come la coppa di categoria. Non ci sono molti alibi o attenuanti che giustifichino la brutta prestazione della squadra, apparsa quasi sempre stanca, lenta, con poche idee e un po’ troppo nervosismo. La stradaper i padroni di casa si era subito messa in discesa grazie al goal segnato al terzo minuto, in seguito agli sviluppi di un calcio piazzato che, in seguito ad una cattiva difesa, ha permesso un tiro da distanza ravvicinata, sul quale nulla ha potuto Catalani. Nonostante il tempo a disposizione, Jesi non ha saputo riordinare bene le idee come altre volte. Il Cerreto, da parte sua, è stato invece abilissimo nel dare il ritmo alla gara a suo piacimento. Sono state davvero poche le fasi della partita in cui gli jesini hanno dato l’impressione di poter passare il turno. Solo secondo tempo, dopo il due a zero, quando c’è stata una timida reazione che ha portato alla fine al goal di Giacchè che sembrava poter riaprire i giochi. Ma purtroppo, il terzo goal subito e il conto dei falli arrivato a sei, ha permesso al Cerreto di fissare il risultato sul 4-1.

Adesso occorrerà necessariamente buttarsi questa brutta partita alle spalle e pensare invece alla prima di campionato, che vedrà la squadra jesina impegnata nuovamente in trasferta, contro il Campocavallo, sabato pomeriggio.

PAGELLE

Catalani 7 – Tra i meno colpevoli della sconfitta. Nel primo tempo para diverse conclusioni che avrebbero aumentato il tabellino dei goal avversari.

Mazzarini 6 – Subisce tre goal, ma non per colpa sua. Sicuro su altri tiri insidiosi.

Lancioni 5 – Scarico sulle gambe, si lascia spesso andare a nervosi colloqui con il direttore di gara. Troppo nervoso.

Genangeli 5,5 – Cerca di arginare il gioco avversario come può, riuscendoci poco.  Le conclusioni (poche) verso la porta avversaria sono spesso imprecise.

Bartolucci 6 – Nel primo tempo è tra i pochi a salvarsi, cercando di chiudere sugli avversari e ripartire in velocità. Nella ripresa si perde come molti suoi compagni.

Guerra 6 – Lì dietro, ha a che fare con clienti davvero scomodi. Troppo spesso in polemica con l’arbitro. Le dà e le prende, ma anche lui poteva fare meglio.

Lotito 5 – Si fa vedere molto meno del solito in mezzo al campo. Non interpreta bene la partita, sbagliando passaggi e non essendo mai freddo sottoporta.

Tittarelli 6 – Gioca con ordine. Uno dei meno peggio nel secondo tempo.

Giacchè 6,5 – Oltre a segnare un goal che avrebbe potuto rivelarsi fondamentale, cerca sempre di dare la giusta carica ai compagni e, soprattutto, calmarli. Non molla mai, da vero capitano.

Kola 5,5 – Si era allenato poco in settimana. Non gioca molto e, quando lo fa, non punta quasi mai l’uomo, facendo giocate troppo semplici e spesso lente.

Porcarelli S.V.

Signorelli 4,5 – Mai in partita. Anche lui piuttosto stanco, fa davvero fatica a farsi vedere dai compagni. Difende male in occasione del primo goal avversario. Un lontano parente del giocatore esplosivo e letale sotto porta delle scorse partite.

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento